Progetti

5 strumenti differenti (e con scopi diversi) per tagliare il legno

single-image

Quando inizi i tuoi lavori in garage o in officina, magari valutando qualche progetto più articolato, hai la buona idea di valutare i migliori strumenti per tagliare il legno in modo professionale, come farebbe un falegname.

Perché se è vero che le competenze individuali sono fondamentali nel mondo del bricolage e del fai da te, non si può ignorare il fatto che per modellare il legno c’è bisogno dello strumento giusto. Sempre.

Ad esempio per allargare un buco devi sfruttare una fresa a tazza e per usare lo scalpello hai bisogno del mazzuolo. Facciamo una sintesi adeguata dei migliori strumenti per tagliare il legno in situazioni differenti?

Sega a nastro (bindella) per legno

Sì perché esistono modelli dedicati anche ad altri materiali, come il metallo. La sega a nastro è uno degli strumenti più comodi che puoi regalare alla tua officina dedicata al legno e al fai da te per i lavori casalinghi.

Qualcuno obietterà su questo possibile acquisto perché, in effetti, la sega a nastro è uno strumento professionale e a volte molto ingombrante. Però oggi è possibile coronare questo sogno così importante.

Puoi acquistare, anche su Amazon, modelli compatibili con gli spazi di una piccola officina. E con i budget di una semplice persona appassionata all’universo dei lavori in legno. Ma in cosa consiste la sega a nastro?

Perché è uno degli strumenti per tagliare il legno più ambiti? Semplice, questo attrezzo impone un moto verticale a una fascia metallica dentata (appunto, un nastro) in modo da rendere tutti i tagli netti che servono a troncare, accorciare e ridurre semplici da affrontare. In realtà con una sega a nastro puoi fare incastri di legno, sagomature e tanto altro, sei praticamente agli inizi se non hai una piccola bindella nel tuo garage.

Da leggere: come creare un banco da falegname

Motosega per tagliare i tronchi

Non è il classico strumento da usare per le lavorazioni di rifinitura ma è anche vero che da qualche parte bisogna pur prendere il via. Quindi, può essere un’idea avere in officina una motosega di qualità per chi vuole procurarsi la materia prima in giardino, tra i boschi. Cosa fare se vuoi creare un tavolo in legno da zero?

Puoi pensare di tagliare assi partendo da un tronco che hai in giardino. Come lo tagli? Dove inizia la lavorazione per eliminare rami e imperfezioni? Una sega a motore è sempre benvenuta.

Sega circolare portatile e da banco

Questo strumento per tagliare il legno è composto da una struttura e un disco che, ruotando a velocità elevata, permette di segare assi, piani e tavole di legno anche di notevole spessore. I modelli base sono composti da due maniglie per afferrare l’attrezzo, un corpo con motore e un disco coperto da una protezione.

Questa è la descrizione della sega circolare portatile, vale a dire quella che viene impugnata dall’operatore e che taglia un pezzo di legno posizionato su un piano. Esiste anche un’altra soluzione, ovvero la sega circolare da banco. Il principio che consente di tagliare il legno è simile solo che, in questo caso, la lama è fissa.

Il disco dentato fuoriesce dal piano di lavoro e chi taglia spinge il legno verso la lama. In entrambi i casi lo scopo è quello di effettuare tagli rettilinei e veloci, anche di superfici abbastanza ampie e voluminose. Ma senza alcuna esigenza di effettuare curve o decorazioni particolari (servono altri strumenti).

Seghetto alternativo per fare curve

Ho appena citato la necessità di tagliare il legno non solo seguendo linee rette, spesso c’è il desiderio di sagomare un piano o una tavola. Di conseguenza è giusto usare uno dei tool indispensabili nella tua falegnameria: il seghetto alternativo. Le sue caratteristiche? Hai un corpo per impugnare con motore elettrico.

E ha una lama sottile. Quest’ultima, non avendo un elemento corrispondente come avviene con la sega a nastro può essere usata per “disegnare” il taglio su tavole di legno e compensati. Chiaramente le prestazioni non sono simili a quelle di una sega circolare o a nastro. Questi sono attrezzi che troncano di netto pezzi di legno ben più coriacei. Ma di sicuro il seghetto alternativo è uno degli strumenti per tagliare il legno che non puoi ignorare.

Se vuoi lavorare il legno ti segnalo un videocorso realizzato insieme a Giacomo Malaspina, falegname esperto e docente di Falegnameria, con cui puoi imparare tutto quello che ti serve per iniziare a lavorare il legno in modo serio!

Troncatrice radiale e lama circolare

Altri strumento molto specifico per tagliare il legno con precisione. La sega troncatrice ha una lama circolare montata su un braccio che consente all’operatore di incidere e tagliare il legno attraverso angolazioni differenti. Il supporto snodato della lama, insieme alla base che ruota, permette di organizzare il taglio in modo da ottenere non solo incisioni rette ma anche oblique.

strumenti per tagliare il legno
Bosch GCM 800 SJ Professional

Esistono modelli perfettamente accessibili e di qualsiasi dimensione, anche se non è uno tool indispensabile può far sempre comodo nell’officina di chi si diverte a creare mobili e tavoli in legno fai da te. Senza dimenticare che c’è un’ampia gamma di accessori come al guida laser che garantisce precisione e l’aspiratore della segatura.

Da leggere: come fare un buco nel legno

Quali sono i migliori strumenti?

Secondo te questa è una buona selezione dei migliori strumenti per tagliare il legno? Puoi aggiungere qualcosa alla lista? Lascia la tua opinione nei commenti e chiedi consigli se hai bisogno di indicazioni sugli acquisti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo non verrà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche

MAKING - I 9 pilastri del Fai da te moderno

Io e l’amico Mattley abbiamo raccolto in un unico libro tutte le nozioni base delle 9 materie principali per entrare nel mondo Makers! 

Un vademecum generale sulle materie più trattate.