Recensioni

Recensione Sega giapponese Ryoba “il top della gamma”

single-image

Il top delle seghe manuali in commercio con un prezzo accessibile anche per noi semplici appassionati e con risultati eccezionali di taglio e precisione.

 

Dopo tanti anni di lavoro sul legno con seghe manuali non all’altezza adesso ho scelto una sega che mi soddisfi su tutte le lavorazioni.

I giapponesi si sa sono dei grandi artigiani in tutti i lavori che eseguono dai fuochi d’artificio alla forgia delle spade e non poteva mancare la costruzione di seghe da falegname.

Negli secoli hanno creato un set di seghe forse tra le migliori al mondo come taglio e precisione infatti sono molto adatte a creare gli incastri nel legno molto difficili da eseguire, il loro segreto e nella costruzione: si usano tirando e non spingendo come le seghe occidentali questo fa si che lo spessore della lama sia molto piccolo, in certi modelli può arrivare addirittura a 0,2 mm di spessore.

Le Seghe più conosciute sono la Ryoba , Dozuki e Kataba  ,io ho comprato e provato la Ryoba la regina delle seghe giapponesi.

La peculiarità di questa sega è la doppia dentatura in entrambi lati della lama si possono eseguire facilmente tagli lungo e traverso vena, e’ possibile sfettare anche tavole di grandi dimensioni senza l’ausilio di macchine elettriche.Se volete potete acquistarla qui

Questi secondo me sono i pregi e i difetti di questa sega:

Pregi:

  • Costo accessibile
  • Grande precisone di taglio
  • Taglio lungo e traverso vena

Difetti:

  • Difficile utilizzo iniziale

Caratteristiche tecniche:

  • Lunghezza lama 250 mm
  • Spessore lama 0.5mm
  • Stradatura 0.7 mm
  • Passo traverso vena 18 TPI (1.4 mm)
  • Passo lungo vena 9 TPI (3 mm)

Conclusioni:

Questa sega risponde tutte le sollecitazioni dell’operatore, il suo unico difetto se così si può chiamare e l’utilizzo, mi spiego meglio:abituati ad usare seghe occidentali che lavorano spingendo e un po’ difficoltoso usare le seghe giapponesi all’inizio pensavo che la sega in questione non tagliasse poi con un po’ di pratica è venuta fuori tutta la sua qualità e quantità.

Questi secondo me sono degli attrezzi immancabili nello shop, con una spesa non molto onerosa si possono ottenere lavorazioni da falegname esperto.Sono super contento dell’acquisto e l’ho consiglio vivamente, sicuramente in un futuro non troppo lontano aumenterò la mia collezione di seghe giapponesi.

Sono Giuseppe Conte e questo e Makers at Work

2 Commenti
  1. luigi 3 anni fa
    Rispondi

    Saluti a te e ai tuoi lavori !
    Uso anche io una sega giapponese acquistata on line dalla Germania.
    Grande qualità e massima precisione di taglio.
    L’uso che ne suggerisco è ne più ne meno quello che devi avere con le arti marziali giapponesi.
    Mai violenza ma sempre CONTROLLO ; non devi affaticarti nello spingere ma
    essere determinato nel “tirare” la lama nella corsa di ritorno.
    Taglio pali stagionati di acacia da 10 cm in 40 secondi.Meglio che dover mettere in moto la motosega!

    Cordiali saluti da Luigi

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo non verrà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche

ENTRA A FAR PARTE DEI MAKERS

Accedi subito a tips e Progetti

  • lavorazione dei metalli
  • lavorazione del legno
  • lavorazione del calcestruzzo
  • lavorazione delle resine epossidiche