Progetti

Come incollare due pezzi di legno?

single-image

Questo è uno dei passaggi per chi si occupa di giardinaggio, falegnameria, fai da te e lavori in casa: come incollare due pezzi di legno senza rovinare le superfici e sbavature per ottenere un lavoro a regola d’arte?

Può sembrare un processo adatto a chi muove i primi passi nel mondo del bricolage e del DIY, ma non è così. Per unire assi o tavole di legno c’è bisogno di competenza. Devi curare dei dettagli che possono sembrare secondari, in realtà dipende dalla qualità del risultato che vuoi ottenere senza l’uso di chiodi, bulloni o viti.

Da leggere: come costruire un banco da falegname

Perché è utile incollare il legno?

La soluzione migliore: unire due pezzi con un chiodo o magari un incastro. In realtà non sempre è possibile sia per ragioni di spazio che estetiche. A volte un perno o una vite rovina tutto o rischia di spaccare l’elemento sul quale lavori. Ecco perché è sempre utile avere gli strumenti per incollare due pezzi di questo materiale.

Quale colla usare per il legno?

Il primo passo: scegliere e acquistare il prodotto ideale per unire due pezzi di legno in modo ottimale. Iniziamo dal sottolineare che esistono diverse soluzioni, non troverai un’unica colla per il legno. Le alternative?

Colla Vinilica

Vale a dire il classico Vinavil, un collante molto usato per incollare pezzi di legno, listelli e incastri. Funziona bene, è atossica ed è composta in gran parte da acqua. Questo rende tutto più sicuro ma, al tempo, stesso non si perde efficacia. Come incollare e unire due pezzi di legno con la colla vinilica? Ecco la procedura:

  • Prepara le superfici per renderle omogenee.
  • Versa il prodotto in modo omogeneo su una delle basi.
  • Unisci i due pezzi di legno e fissali con i morsetti per 24 ore.
  • Pulisci subito la colla che abbonda ed esce dalle giunture.

Questo materiale potrebbe lasciare macchie, rimedia subito con un panno umido. La colla vinilica è efficace ma i pezzi di legno devono rimanere uniti per diverso tempo altrimenti possono staccarsi.

morsetti per il legno
Morsetti di varie dimensioni – Fonte Wikipedia

I morsetti sono molto utili e puoi scegliere tra diverse soluzioni come mostra anche dalla foto in alto. Ma conviene frapporre altri elementi di legno tra il metallo e i pezzi che stai lavorando. In questo modo eviti graffi.

Colla epossidica

Soluzione diversa con caratteristiche superiori. La colla epossidica è trasparente e rapida, presenta un indurimento veloce ma per avere il miglior risultato possibile devi lavorare sempre con i morsetti.

Rispetto alla colla vinilica si usa su altri materiali come il ferro e il cemento ma non la plastica. Vuoi incollare legno su muro o vetro? Ecco come usare questa colla per interni ed esterni ignorando chiodi, bulloni, viti:

  • Pulisci le superfici da incollare.
  • Unisci resina e indurente.
  • Metti il materiale sulle facciate da unire.
  • Mantieni la posizione fino all’indurimento.
  • Elimina eccessi di colla dai lati.

Per migliorare il risultato puoi usare primer che attivano il collante. Questi prodotti si spalmano sulle superfici da incollare e rendono l’operazione più semplice. Evitano problemi relativi al legno o alle condizioni esterne.

Molto importante: quando usi questa soluzione devi, a tutti i costi, rispettare le proporzioni indicate sulla confezione per creare una combinazione tra resina e indurente in grado di funzionare.

Colla alifatica

Non sempre il Vinavil di base è sufficiente per incollare due pezzi di legno. In situazioni particolari – ad esempio quando ci sono temperature elevate ed eccesso di umidità – devi rivolgere l’attenzione altrove.

Devi usare la colla vinilica gialla. Vale a dire un prodotto capace di presentarsi con una buona resistenza alla trazione ma anche all’umidità e al calore. Se, ad esempio, devi incollare due pezzi di legno in un ambiente come la cucina, il bagno o il giardino conviene usare la variante alifatica che garantisce buone prestazioni.

Adesivo a contatto

Sono collanti sintetici perfetti per unire il legno con altri materiali flessibili o, in generale, elementi sottili e laminati. L’uso di questa soluzione è più complessa degli altri materiali perché bisogna, in primo luogo, pulire accuratamente le superfici. Poi i tempi di asciugatura rapidi prevedono una gestione rapida dell’operazione.

Per approfondire: creare uno sgabello in ferro e legno

Come Incollare due pezzi di legno?

Gli ultimi consigli: ricorda di ottimizzare le basi, soprattutto per i legni resinosi, e di scegliere la colla adatta al lavoro da svolgere. Rispettando le proporzioni indicate dalle confezioni se si tratta di un collante bicomponenente come quello epossidica. Tu hai altri consigli? Aggiungili nei commenti del post.

Ti piacerebbe approfondire l’argomento e iniziare a lavorare il legno con l’aiuto di un vero falegname?

Insieme a Giacomo Malaspina, esperto insegnante di Falegnameria, ho creato un corso fantastico, dedicato proprio a chi come te vuole sempre saperne di più!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo non verrà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche

ENTRA A FAR PARTE DEI MAKERS

Accedi subito a tips e Progetti

  • lavorazione dei metalli
  • lavorazione del legno
  • lavorazione del calcestruzzo
  • lavorazione delle resine epossidiche