Recensioni

4 passaggi per effettuare un buco quadrato nel legno

single-image

Non sempre i buchi devono essere tondi, circolari. A volte per portare a termine un lavoro di bricolage devi capire come fare un foro quadrato nel legno. Magari per gestire degli incastri e inserire altre sezioni.

Capita soprattutto quando si montano le parti di un mobile. O si lascia correre la fantasia per creare nuovi oggetti per la casa o il giardino. Insomma, le alternative sono tante e non basta saper fare un foro nel legno: oggi hai bisogno anche di lavorare su buchi con angoli precisi. Come procedere? Ecco 4 snodi essenziali.

Definisci punti e misure

Questo è il primo passaggio da prendere in considerazione: se vuoi fare un buco nel legno – che sia quadrato o tondo non fa differenza – la prima regola da rispettare è la definizione del lavoro da svolgere.

Disegna sul blocco di legno da modificare il perimetro di quest’asola e permetti a chi effettua il foro di non sbagliare dimensioni, misure e tecniche nel momento in cui sceglie gli strumenti per forare bene.

Da leggere: come allargare un buco nel legno

Scegli le punte giuste per bucare

Questo è il punto da prendere in considerazione: se vuoi fare un foro quadrato in un blocco di legno (ad esempio su una trave) hai bisogno di mecchie specifiche che hanno una forma particolare, capace di scavare.

Valink – Punte da trapano per fori quadrati.

In questo modo, oltre a forare, il profilo affilato consente di togliere il materiale che non serve per disegnare nel legno la forma che vuoi. Ovviamente esistono dei kit di punte specifiche per mortasare che ti consentono di scegliere la misura ideale per effettuare fori quadrati nel legno. E creare mortase precise per tenori.

Punta sul seghetto alternativo

Come fare un foro quadrato nel legno se la superficie sulla quale operare è sottile? In questi casi, come ad esempio su un compensato o un’asse poco spessa, conviene lavorare con un altro strumento.

Mettiamo da parte il classico trapano e accendiamo il seghetto alternativo, vale a dire un attrezzo che permette di gestire una lama sottile, agile e facile da usare nei fori. Quindi basta disegnare sul legno il quadrato che si vuole togliere, effettuare un foro per inserire la lama e usare il seghetto per tagliare la sagoma.

Trattare i bordi e gli angoli

Spesso lavorare con gli strumenti per creare un foro quadrato sul legno vuol dire sorvolare su una serie di attività per migliorare angoli e pareti smussate. Per questo, una volta effettuato il foro conviene usare, quando possibile, una carta vetrata leggera in grado di eliminare schegge e pareti mal riuscite. Se necessari (ad esempio quando il foro quadrato è profondo e stretto) puoi usare delle lime sottili per migliorare il risultato.

Da leggere: quale materiale scegliere per un banco?

Come fare un foro quadrato nel legno?

Questi sono i dettagli che devi seguire per lavorare in questa direzione. Spesso è nell’opera di fai da te che entra in gioco quest’esigenza, ricorda sempre di usare gli strumenti giusti per modellare il legno come desideri: è l’unica soluzione da prendere in esame per ottenere il risultato. Sei d’accordo?

Se vuoi imparare a lavorare il legno alla grande ti consiglio un videocorso meraviglioso realizzato dalla Makers Academy insieme a Giacomo Malaspina, un falegname professionista esperto e docente di Falegnameria.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo non verrà pubblicato.

Potrebbe interessarti anche

ENTRA A FAR PARTE DEI MAKERS

Accedi subito a tips e Progetti

  • lavorazione dei metalli
  • lavorazione del legno
  • lavorazione del calcestruzzo
  • lavorazione delle resine epossidiche